Milano, 07 luglio 2017   |  
Chiesa   |  Milano

Le prime parole di Delpini, Arcivescovo di Milano

Stamane, venerdì 7 Luglio, il Cardinale Angelo Scola, alle ore 12.00, ha dato l'annuncio del suo successore che guiderà la Diocesi di Milano

mons mario delpini

Monsignore Mario Delpini

“Ringrazio il Santo Padre per lo stimolo e l'apprezzamento però io sento soprattutto la mia inadeguatezza. I vescovi di Milano hanno tutti nomi solenni, Ildefonso, Giovanni Battista, Angelo.Invece, Mario che nome e'? Io vorrei dire che sono e vengo come sacerdote. Voglio ricordare alla città di Milano di cercare e vivere un rapporto con Dio. Non riesco ad immaginare a una vita senza preghiera, perché senza riferimento a Dio nelle nostre vite non c'è nessuna speranza.” Sono queste le prime parole pronunciate da Mons. Mario Delpini, venerdì 7 Luglio, dopo la nomina ad arcivesvovo di Milano e designato a succedere quindi al cardinale Angelo Scola.

L'annuncio  e stato dato da Scola che ha voluto aggiungere alcune sue sentite parole: “uomo di preghiera, vissuto sempre in grande povertà, originale nello scritto e nel parlato, instancabile nel visitare parrocchie e grande comunicatore. Infatti, possiede un forte timbro personale e aperto, sia nel campo culturale che spirituale e pastorale. Monsignor Felpini è un grande dono per la Chiesa di Milano”.

Il neo arcivescovo appare un uomo sobrio, modesto, ma anche determinato. Al termine della presentazione da parte del cardinale Scola, monsignor Delpini ha voluto precisare che Milano, ormai una città secolarizzata, è anche una metropoli cosmopolita, in cui nessuno deve sentirsi straniero o sopportato. La città metropolitana e la diocesi devono interrogarsi su qual è la società del futuro. Dobbiamo imparare ad ascoltare le lingue per noi difficili da capire, ma che sono quelle dei cittadini del futuro. Ammette di non avere progetti particolari, se non quelli di parlare con tutti e ascoltare tutti per non essere precipitoso nelle scelte e superficiale nelle idee. 

Mario Delpini, nasce a Gallarate il 29 luglio 1951 da Antonio e Rosa Delpini, terzo di sei figli. Cresce a Jerago con Orago, nella parrocchia san Giorgio di Jerago, frequentando le scuole del paese fino alla quinta elementare. Frequenta le scuole medie e i due anni del ginnasio nella scuola statale di Arona, risiedendo nel Collegio De Filippi. Entra nel seminario di Milano, nella sede di Venegono Inferiore (Va), nell’ottobre 1967, per frequentare la I liceo classico. In seminario completa il percorso ordinario di preparazione e discernimento fino all’ammissione all’ordinazione presbiterale

Formazione e ministero presbiterale Il 7 Giugno 1975 è ordinato presbitero, nella cattedrale di Milano, dal cardinale Giovanni Colombo. Dal 1975 al 1987 insegna nel seminario minore della diocesi di Milano, prima a Seveso poi a Venegono Inferiore. In questi anni consegue la laurea in lettere presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la licenza in Teologia, presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale, con sede in Milano, il diploma in Scienze Teologiche e Patristiche presso l’Istituto Augustinianum con sede in Roma. Nel 1989 il cardinale Carlo Maria Martini lo nomina rettore del Seminario Minore e nel 1993 rettore del Quadriennio Teologico. Nel 2000 è nominato rettore maggiore dei seminari di Milano. Contemporaneamente insegna Patrologia in Seminario, che è sezione parallela della facoltà teologica dell'Italia settentrionale. Nel 2006 è nominato vicario episcopale della Zona Pastorale VI di Melegnano, lasciando gli incarichi ricoperti in seminario.

Il 13 Luglio 2007 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo ausiliare di Milano e vescovo titolare di Stefaniaco (Albania), riceve l'ordinazione episcopale il 23 Settembre dello stesso anno, nella cattedrale di Milano dal cardinale Dionigi Tettamanzi. Nell’ambito della Conferenza Episcopale Lombarda ha ricoperto dal 2007 al 2016 l’incarico di segretario. Nell’ambito della Conferenza Episcopale Italiana è membro della Commissione per il Clero e la Vita Consacrata. Nel luglio 2012 diventa vicario generale del cardinale Angelo Scola. Il 21 Settembre 2014 il cardinale Scola lo nomina vicario episcopale per la formazione permanente del clero. 

Da oggi fino al 9 Settembre è nominato amministratore apostolico della Diocesi di Milano e in quel giorno Angelo Scola celebrerà una Santa Messa di saluto in Duomo, mentre il 24 Settembre, è prevista la prima messa ufficiale in Duomo per il nuovo arcivescovo Delpini. (Do.Sa)

Con Mobile Open 7 Giga a 9 euro/4 sett navighi veloce, hai 600 minuti e 600 SMS dal

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Agosto 1968 duecentomila soldati del Patto di Varsavia e 5.000 carri armati, invadono la Cecoslovacchia per porre fine alla Primavera di Praga

Social

newTwitter newYouTube newFB