Lecco, 21 aprile 2017   |  

Bellano ospita il raduno dei Gruppi di Cammino

Appuntamento il 7 giugno con i 78 gruppi delle province di Lecco e Monza.

18072572 10211297144918077 1894596484 n

Una grande partecipazione e tanta attesa per il 9° raduno dei Gruppi di Cammino dell’ATS della Brianza, quindi delle Province di Lecco e Monza, che andrà in scena mercoledì 7 giugno 2017 a Bellano.

Il raduno sarà l’occasione in cui i 78 Gruppi di Cammino del territorio (in pratica uno ogni 2 Comuni) potranno trascorrere una giornata insieme lungo un percorso panoramico che coniugherà promozione della salute con il godimento di bellezze naturali e storiche.

Il ritrovo è programmato a Bellano, al Palasole in località Puncia il 7 giugno alle 9, con partenza alle ore 10. Il tragitto, solitamente percorso dal Gruppo di Cammino Bellanese, è di circa 5,5 km, con un dislivello di circa 250 mt che permetterà ai camminatori di beneficiare di una visione panoramica molto suggestiva spaziando dal lago alle montagne che lo circondano.

ATS e Comune di Bellano consigliano l’utilizzo del treno, anche se i partecipanti potranno disporre di pass per le auto previa domanda. Grazie ai volontari della Protezione Civile e il Soccorso Bellanese verrà garantita la sicurezza. L’Amministrazione di Bellano ha previsto anche la possibilità per i partecipanti di pranzare presso i ristoranti del paese ad un prezzo convenzionato o al sacco nelle aree verdi o presso il Palasole. È possibile iscriversi entro il 19 maggio sul sito dell’ATS della Brianza o attraverso i Gruppi di Cammino del territorio.

Partendo dal Palasole, alla foce del fiume Pioverna, i partecipanti percorreranno il lungo lago, entreranno nel caratteristico centro storico del paese per poi iniziare a salire attraverso qualche scalinata e la strada di mezza costa dalla quale si potrà ammirare tutto il paesaggio fino alla frazione Oro, dove verrà posizionato un punto di ristoro.

Per chi vorrà, sarà possibile proseguire ancora per altri 300 mt circa addentrandosi nel bosco fino ad ammirare la Valle dei Mulini attraverso una salita con pendenza un po’ maggiore. Il ritorno prevede la discesa in paese, passando vicino alle bellissime chiese, l’ex Cotonificio Cantoni, per tornare al Palasole. Il percorso quindi presenta alcuni tratti in leggera salita, ma è accessibile a tutti visto il carattere non competitivo della camminata.

Franco Tortorella, Responsabile della Medicina Preventiva di Comunità, ha voluto ricordare alcuni aspetti della giornata: ”Il 7 giugno sarà una grande festa per tutti noi che ci ritroviamo insieme dopo un anno di cammino”! Un ringraziamento all’Amministrazione di Bellano ha sposato il progetto di promozione dell’attività fisica nella propria comunità, lavorando insieme ad ATS per lanciare quest’anno anche il Piedibus per gli alunni della Scuola Primaria. Il raduno è dunque un’opportunità di salute, ma anche culturale: scopriremo questo splendido paese turistico unendo salute, storia e natura.”.

La Responsabile della Medicina dello Sport Silvia Celada ha approfondito alcuni benefici dell’attività fisica: “Un’attività fisica aerobica di moderata intensità e della durata di almeno 150 minuti a settimana distribuita in almeno 3 giorni migliora il controllo glicemico e l’efficacia del sistema immunitario, riduce il rischio di malattie cardiovascolari, contrasta l’accumulo di grassi nel fegato e riducono del 60% circa il rischio di ammalarsi di diabete”.

La Dott.ssa Celada ha sottolineato come: “un’attività fisica moderata e una corretta alimentazione non solo allungano la vita ma anche e soprattutto la qualità della vita. L’attività fisica moderata e costante è un polifarmaco in grado di offrire tanti benefici senza effetti collaterali e un formidabile antidepressivo. Quindi i Gruppi di Cammino sono davvero un veicolo di promozione della salute di valore inestimabile. Il 28 aprile la mattina ci sarà presso la Sede ATS di Viale Elvezia a Monza un corso per nuovi walking leaders e l’aggiornamento di quelli già presenti”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

28 Aprile 1940 Papa Pio XII manda un messaggio a Benito Mussolini, chiedendogli di non entrare in guerra. Galeazzo Ciano scriverà sui suoi diari: l'accoglienza del Duce è fredda, scettica, sarcastica

Social

newTwitter newYouTube newFB