Olginate, 07 aprile 2019   |  

Basket: Olginate conquista la salvezza con due turni di anticipo e sogna i playoff

I numeri parlano chiaro 6 vittorie consecutive, 9 nelle ultime 11 partite, terzi nel girone di ritorno.

esultanza olginate

Foto Morale & PhotoLR

SYNERMATIC OZZANO - NPO GORDON: 68 – 70 (14-11; 31-37; 48-50)
Olginate non solo centra la sesta vittoria consecutiva espugnando il PalaReggiani ma addirittura compie, con due giornate di anticipo, l’impresa che nessuno avrebbe creduto.

La Gordon, con tutto il cuore che la contraddistingue, ha saputo rimboccarsi le maniche mettendosi sul mercato per aggiustare il roster, lo staff tecnico ha continuato a lavorare con meticolosita’ e professionalita’, i giocatori sono rimasti uniti e hanno avuto la forza di provarci ed il risultato della salvezza e’ arrivato con grande autorita’.

I numeri parlano chiaro 6 vittorie consecutive, 9 nelle ultime 11 partite, terzi nel girone di ritorno e tanta testa e cuore.

A questo punto nulla e’ impossibile e le prossime due partite contro Reggio Emilia e Urania Milano serviranno per alzare la propria asticella e tentare di raggiungere i Play Off che sono solo a due punti sopra tentando l’aggancio della Rucker e Bernareggio per dare tanta gioia ai propri tifosi, ai dirigenti NPO e a tutti gli sponsor che hanno creduto in questo progetto sportivo.

La Partita: Il primo quarto inizia con Caversazio out per problema al ginocchio e dentro Errera con i soliti De Bettin, Bartoli, Bugatti, Tagliabue. Coach Grandi risponde con Folli, Morara, Chiusolo, Galassi, Klyuchnyk.

Le due formazioni iniziano contratte per il peso dell’incontro che vale per entrambe una stagione intera e lo spettacolo ne risente con Ozzano che ha inzia con un’intensita’ difensiva eccezionale. Pochi canestri e pochissimi tiri facili con il punteggio che alla prima sirena dice 14-11 per i padroni di casa.

Al rientro in campo e’ la Gordon a sbloccarsi per prima, trascinata da Bartoli on fire (9 punti nel quarto) che innesca il break del 10-0 per un 21-14. Time Out Ozzano e le squadre iniziano a sfidarsi col tiro dall’arco e Corcelli in un lampo ne mette 2 per il -1. Tutto da rifare e ci pensa Gorreri a segnare 5/5 dalla lunetta che riporta fiato ai lecchesi che vanno al riposo lungo sul 31-37.

Si torna in campo e Ozzano segna subito la tripla del 34-37 ma sara’ solo un lampo perche’ Olginate si scatena e al 25’ tocca il massimo vantaggio +13 con un altro break 10-0 per il 34-47. Altro time out di Ozzano. Bugatti sbaglia un facile appoggio da sotto e sulla ripartenza ozzanese Bartoli scivola urtando involontariamente l’avversario e per gli arbitri e’ antisportivo. Il pubblico sospinge Chiusulo e Corcelli che ci credono ed in 4’ minuti ricambiano il break con un 14-0 che significa sorpasso 48-47.

Il PalaReggiani si trasforma in un’arena che farebbe crollare qualsiasi avversario ma, la Gordon di questo periodo reagisce e lo fa’ con il suo MVP Lollo Bartoli che, leggendo la difficolta’ offensiva dei compagni, si inventa un canestro dal periodo e poi fa 1/2 dalla lunetta per il controsorpasso 48-50 del 30’

Vantaggio che Olginate non mollera’ piu’ fino alla fine ma con il punteggio che rimane sempre minimo. Le due squadre rispondono colpo su colpo, con grande correttezza e capacita’ tecniche.

Il giovane Bugatti decide di iscriversi nel registro degli artefici del successo con la tripla del +3 al 38’. Ozzano risponde ancora e allora ci pensa il solito Bartoli con l’ennesima tripla (5/10 da tre). Ozzano deve accellerare i tempi per recuperare, ma Tagliabue risponde presente, imbeccato da un perfetto assist di Bartoli segna il +4 a 60” dalla sirena. Marino’ come al solito fa 2/2 dalla lunetta per il +6 e sembra finita ma Dordei prima e Ranocchi poi in 20” segnano due triple con De Bettin che non si spaventa e segna i due liberi della sicurezza e Olginate chiude con la palla in mano festeggiando la vittoria attendendo negli spogliatoi l’esito dell’over time tra Cesena e Reggio Emilia che arriva con un boato e la festa continua nel 2019-20 NPO Gordon sara’ ancora in Serie B. Il sogno per il piccolo paese lecchese continua.

Un ringraziamento speciale a tutti i ragazzi per aver raggiunto questo grande risultato sportivo e soprattutto un grazie a Marino’ e Tagliabue che al termine della scorsa stagione avevano deciso di rimanere ad Olginate perche’ volevano ripagare la societa’ per la ingiusta retrocessione maturata nel finale di stagione. Obiettivo Raggiunto

Tabellini:
OZZANO: Salvardi ne, Folli 3, Masre’, Morara 2, Chiusolo 9, Corcelli 16, Galassi 7, Giannasi ne, Ranocchi 10, Klyuchnyk 7, Dordei 14, Agusto,
All. Federico Grandi
NPO GORDON: Bugatti 12, Bet ne, Errera 2, Tagliabue 9, Masocco ne, Marino’ 9, Bartoli 21, Gorreri 5, Carella , Spera , De Bettin 4,
All. Massimo Meneguzzo

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Aprile 1956 seduta inaugurale della Corte costituzionale italiana

Social

newTwitter newYouTube newFB