Lecco, 12 marzo 2018   |  

Basket: alla Gordon Olginate il derby con Lecco

Espugnato il fortino del Bione grazie ad una prestazione maiuscola

CS53 gimar lecco

Foto Morale & PhotoLR: Lorenzo Rota

GIMAR BASKET LECCO - NPO GORDON: 56 - 76 (19-17; 29-38; )
Olginate compie la seconda impresa consecutiva, dopo aver battuto Piacenza riesce nell’impresa di vincere il derby lecchese espugnando il fortino del Bione grazie ad una prestazione maiuscola costruita su una difesa rocciosa ed un contributo importante arrivato da tutto il roster.

Al via NPO deve rinunciare a Tagliabue fermo per uno strappo muscolare mentre Lecco, pur recuperando Morgillo e Maccaferri, perde Cacace per una lussazione alla spalla patita proprio nell’ultimo allenamento di venerdi.

In un bione stracolmo di pubblico le due formazioni inziano con, Maccaferri, Fabi, Riva, Balanzoni, Sollazzi per Lecco mentre NPO schiera Cardellini, Todeschini, Siberna, Dessi’ e Bassani.

L’inizio e’ bruciante con Maccaferri (10 punti nel quarto), che in pochi minuti mette due triple e ruba pesanti palloni portandosi in avanti di un possesso. Olginate c’e’ e con una gran schiacciata di Siberna sul malcapitato Riva c’e’ il primo sorpasso ospite.
Lecco si affida a Balanzoni che, prima carica Bassani di 2 falli facendolo sedere in panchina, poi si mangia Seck andando a segnare a ripetizione e con un pesante 9-0 allunga sul 17-10. La Gordon trema ma questa sera ha la forza di reagire e minuto dopo minuto si riporta sotto chiudendo il primo quarto sul 19-17 nonostante un pessimo 0/6 dall’arco.
Da segnalare che al 9’, Spera, nel tentativo di contrastare Siberna in contropiede ricade male sulla caviglia e deve abbandonare in barella l’incontro per una sospetta lesione venendo trasportato al pronto soccorso.

Nella seconda frazione Lecco torna in campo frastornata per l’infortunio occorso a Gaetano Spera con il solo Balanzoni capace di trovare la via del canestro segnando 8 dei 10 punti del periodo per Lecco. Mentre NPO trova una grande inerzia dalla panchina con Rota che, oltre a mettere in campo una grande difesa, realizza 6 punti importanti ben imitato da Seck e da un ritrovato Colnago capace di aprire la difesa distribuendo ottimi assist per i compagni. Olginate si porta sul +11 per poi chiudere il primo tempo su un rassicurante 29-38 per un parziale di 10-21 di periodo.

Coach Galli schiera il suo starting five e grazie ad una buona circolazione di palla e veloci penetrazioni carica di falli Lecco che dopo soli 3’ e’ gia’ in bonus. La Gordon sfrutta la situazione e seppur non precisissima dalla lunetta allunga nuovamente e quando Colnago mette a segno una bomba da nove metri il tabellone segna il +17 facendo tremare le gambe alla Gimar che ancora una volta si affida alle capacita’ balistiche di uno scatenato Balanzoni che evita ai suoi di sprofondare in un pesante passivo chiudendo la terza frazione sotto di 13 punti.

Nell’ultima frazione Lecco spera nell’impresa per pochi minuti perche’ sul fronte opposto Capitan Marino’, al vero rientro dopo la frattura della mano, si eleva ad MVP dell’incontro mettendo a segno 2 triple, due liberi e due ottime difese che mettono in ginocchio Lecco. La mazzata finale arriva da Colnago che segna da casa sua con il tabellone che dice 40-64 e partita chiusa con i due punti che veleggiano sull’adda in dirrezione PalaRavasio.

Gli ultimi 5 minuti sono validi solo per le statistiche con coach Galli che, dopo due mesi di sofferenze, si puo’ godere questa rinascita e tenersi stretti gli ultimi 4 punti che al momento allontanano la zona playout e gli permette di lavorare con piu’ serenita’ in settimana per preparare le prossime cinque finali e quella di domenica prossima a Crema sara’ battaglia vera affrontando la seconda in classifica che oggi ha strapazzato Rimini e che ha ritrovato tutti i suoi giocatori svuotando l’infermeria.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Settembre 1924 è inaugurato a Lainate il primo tratto dell'Autostrada dei laghi, da Milano a Varese, la prima autostrada realizzata al mondo.

Social

newTwitter newYouTube newFB