Barzago, 01 giugno 2018   |  

Barzago: arrestati i finti finanzieri che tentarono rapina con sequesto in azienda

Nel marzo del 2017 avevano immobilizzato con delle fascette ai polsi ed una cintura ai piedi il custode e un camionista

32915 rapina pomezia carabinieri

Nella mattinata del 29 maggio, i Carabinieri della compagnia di Merate, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Lecco, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, a carico di:
Domicini Adamo, classe 1968, di Lentate sul Seveso (MB), pluripregiudicato;
Zea Gennaro, classe 1956, di Lissone (MB), pluripregiudicato, già agli arresti presso la Casa Circondariale di Monza;
Zea Luigi, classe 1958, di Pescara, pluripregiudicato, già agli arresti presso la Casa Circondariale di Monza.

L’attività condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Merate ha consentito di richiedere la misura restrittiva da parte della Procura della Repubblica di Lecco, che ha pienamente concordato con le risultanze investigative ed ha evidenziato elementi di responsabilità a carico degli indagati, ritenuti gli autori della tentata rapina aggravata con sequestro di persona in concorso, commessa il 14 marzo 2017 a Barzago (LC), presso il deposito di una Ditta di metalli.

Nell'occasione, a volto scoperto ed armati di pistola, con indosso pettorine riportanti la scritta “Guardia di Finanza” e giunti a bordo di un’autovettura (risultata rubata nel 2016 in Milano), su cui erano state apposte le scritte “Guardia di Finanza”, avevano fatto accesso all’interno dell’azienda e, dopo aver immobilizzato con delle fascette ai polsi ed una cintura ai piedi il custode e un camionista, si erano allontanati all’arrivo di altre persone, senza nulla asportare.

I provvedimenti a carico dei citati fratelli Zea, sono stati notificati presso la Casa Circondariale di Monza poiché già detenuti dal 6 novembre 2017, per una rapina commessa presso gli uffici amministrativi di una società di Seregno (MB), con le stesse modalità attuate mesi prima a Barzago (LC), mentre Dominici, attualmente libero, è stato prelevato nella sua abitazione e condotto in carcere a Monza .

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Giugno 1946 si insedia l'Assemblea costituente della Repubblica Italiana con Giuseppe Saragat alla presidenza

Social

newTwitter newYouTube newFB