Lecco, 26 giugno 2018   |  

"Asilo, Dublino, rifugiati, “quote” e diritti. Una serata per capire"

Dibattito pubblico con Gianfranco Schiavone studioso di migrazioni internazionali, vice presidente dell’Associazione studi giuridici sull’immigrazione (ASGI)

noituttimigranti

Nel 1990, quando è entrata in vigore la Convenzione di Dublino, le domande d’asilo presentate in Italia furono 4.573, quasi tutte dall’Europa. Africa e Asia non superarono quota 1.335. Nemmeno trent’anni dopo, nel 2017, il nostro Paese ne ha contate oltre 130mila. Il mondo è cambiato, ma non il sistema d’asilo.

Chi è un “rifugiato”? Che cos’è il diritto d’asilo? Come funziona il Regolamento di Dublino? Quali sono le proposte in discussione per modificarlo? Chi non accetta il meccanismo delle “quote” di accoglienza? L’Italia è davvero isolata in Europa? L’Ungheria è un alleato affidabile? Quali Paesi accolgono oggi i richiedenti asilo nel mondo? Che cosa può fare l’Unione europea per uscire dal vicolo cieco?

La “questione rifugiati” è la questione del nostro tempo, accompagnata da interrogativi urgenti che meritano risposte all’altezza, a partire dalle fondamenta. Per questo, venerdì 29 giugno, ore 21, in Sala Ticozzi, Qui Lecco Libera e l’associazione L’altravia hanno organizzato un dibattito aperto a tutta la cittadinanza in compagnia di Gianfranco Schiavone, studioso di migrazioni e vice presidente dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione.

Un’occasione preziosa per porre domande e confrontarsi.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Settembre 2008 Taro Aso, 68 anni, è il primo cristiano ad essere eletto primo ministro in Giappone.

Social

newTwitter newYouTube newFB