Roma, 21 luglio 2017   |  

Arrigoni (Lega Nord): sui migranti ci hanno sempre preso in giro

Il senatore lecchese: "Hanno svenduto il Paese e ci hanno anche mentito e fatto lavorare a vuoto".

migranti1 630x257

“Ci stanno prendendo in giro da tre anni! Il prefetto Giovanni Pinto ha ammesso che l’Italia accoglie tutti i migranti salvati in mare, anche quelli provenienti da navi straniere, militari o delle Ong, perché così era previsto dal Piano Operativo dell'operazione Triton. Lo stesso avviene anche per i migranti salvati con l'operazione Sofia che ha preso il via nel maggio 2015. Hanno svenduto il Paese e ci hanno anche mentito e fatto lavorare a vuoto.

Sono mesi che in Comitato Schengen, così come in occasione dell'indagine conoscitiva sulle Ong della commissione difesa del Senato, ci scervelliamo per capire perché tutti vengono portati da noi e non invece a Malta o nei porti di altri paesi ma tutto era già scritto e deciso nell’accordo operativo di Triton.

Peccato solo che in un’audizione del 22 ottobre del 2014, alla vigilia della partenza di Triton, iniziata il 1 novembre 2014, l’allora ministro dell’interno Alfano, a domanda precisa della Lega su dove sarebbero stati mandati questi migranti, pensò bene di non proferire parola. Non rispose ma sapeva benissimo e nascose a noi e a tutti gli italiani le reali conseguenze di tali accordi. Questa è la malafede di chi è colpevole dello scempio che abbiamo sotto i nostri occhi”.

Così il senatore della Lega Paolo Arrigoni componente del comitato Schengen che oggi ha audito il Direttore centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle frontiere presso il Ministero dell'Interno.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

12 Dicembre 1901 Guglielmo Marconi riceve il primo segnale radio transoceanico.

Social

newTwitter newYouTube newFB