Lecco, 12 maggio 2017   |  

Arrestato il grossista della coca in Brianza: è un lecchese di 37 anni

Aveva occultato 11 chili in un box a Erba e altri dieci a Cesano Maderno.

Gli uomini della Stazione di Carugate (MB), partendo dall’analisi del circuito relazionale di alcuni pusher tratti in arresto negli ultimi mesi nella zona, sono giunti a un 37enne italiano, originario di Erba ma residente in provincia di Lecco, già noto alla Giustizia.

L'arrestato in un box della periferia di Erba (CO), non di sua proprietà ma di cui aveva le chiavi, aveva occultato oltre 11 kg. tra cocaina pura e pasta di cocaina ancora da raffinare. Per evitare che i panetti venissero fiutati dai cani antidroga, l’uomo li aveva ben sigillati e inseriti in secchi contenti vernice, sul fondo dei quali erano stati bloccati con dei pesi utilizzati in palestra.

In un secondo box nella disponibilità del 37enne lecchese, a Cesano Maderno (MB), i Carabinieri hanno rinvenuto 10 kg. di marijuana e 1 kg. di hashish, occultati rispettivamente in un grosso borsone e in una scatola. I carabinieri stimano che il valore della droga sequestrata in questa operazione superi i 2 milioni di euro.

L’uomo gestiva un vasto traffico di droga nella Brianza monzese e lecchese. Era lui il fornitore di decine di piccoli pusher che poi spacciavano in numerosi comuni a cavallo tra Monza e Lecco. L'uomo, ancora vestito da imbianchino, consegnava la mattina presto, in orario da lavoro, e quando lo hanno preso e' stato collaborativo, a detta dei militari. L'arrestato è stato condotto in carcere a Como.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Agosto 1924 il cadavere di Giacomo Matteotti, rapito e ucciso da squadristi fascisti nel giugno dello stesso anno, viene ritrovato in un bosco a Riano (Roma)

Social

newTwitter newYouTube newFB