Lecco, 07 ottobre 2017   |  

Anche a Lecco la Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro

Domenica messa in suffragio ai caduti del lavoro e benedizione dei Labari alle 9.00 alla Chiesa del Caleotto

monumento caduti del lavoro lecco

Domenica 8 ottobre Anmil celebrerà la 67^ Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. L’edizione 2017 della giornata istituzionalizzata con decreto Presidente del Consiglio dei ministri del 24 aprile 1998 e decreto del 7 marzo 2003, coinvolge le 106 sezioni Anmil presenti in tutta Italia e 50.000 persone tra soci e familiari delle vittime degli incidenti sul lavoro.

Il tema scelto quest’anno è “Cambiamo la storia” ed è raccontato in un video di 30 secondi che fino a domenica viene trasmesso sulle reti Rai e LA7 e su 187 maxischermi delle stazioni di servizio autostradali.

Anche a Lecco la sezione locale celebrerà la giornata con la celebrazione della messa in suffragio ai caduti del lavoro e benedizione dei Labari alle 9.00 alla Chiesa del Caleotto. Accompagnati dal Corpo bandistico di Airuno deporremo una corona di alloro e poi ci dirigeremo all’Istituto Badoni in via Rivolta e non alla Banca Popolare di Sondrio come precedentemente comunicato che ospiterà la cerimonia civile con la consegna dei Bavari e Distintivi d’onore ai Grandi invalidi e Invalidi Minori. Conclusione poi al Monumento intitolato alla civiltà e cultura del lavoro lecchese in piazza Caleotto, “Luogo della Memoria”.

"Colgo l’occasione - commenta il sindaco Brivio - per ringraziare e salutare l’ex presidente Giuseppe Barlassina con cui abbiamo sempre collaborato mettendo al centro delle rispettive iniziative il bene della Comunità e dare il benvenuto ufficiale al nuovo numero uno di Anmil Lecco Gian Battista Colombo. A lui e ai suoi collaboratori, l’augurio di buon lavoro da parte dell’Amministrazione comunale".

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newTwitter newYouTube newFB