Lecco, 07 novembre 2019   |  

Alvin Berisha è finalmente salvo, ora il rientro in Italia

Alle 17 di oggi Alvin partirà per Roma dove potrà finalmente riabbracciare il padre dopo 5 anni.

Questo video è stato appena girato a Damasco.  Alle 17 di oggi Alvin partirà per Roma dove potrà finalmente riabbracciare il padre dopo 5 anni.

Sono passati 5 anni da quando Valbrona Berisha ha lasciato Barzago per unirsi al Califfato, portando con sé il figlio Alvin, all'epoca di 6 anni di età. Lunghi anni in cui papà Afrim non si è dato per vinto e ha continuato a cercare il figlio.

Alcuni mesi fa la svolta: papà Afrim è stato contattato dalla Croce Rossa internazionale che gli ha fatto giungere un messaggio del figlio in cui chiedeva di andare a prenderlo.

Accompagnato da Le Iene, papà Afrim dopo 5 lunghissimi anni ha riabbracciato il piccolo Alvin in un campo profughi per donne e bambino al confine tra Siria e Iraq. Giunta anche una nuova conferma del fatto che la madre Valbrona, sarebbe morta durante un bombordamento insieme al nuovo compagno e a due figli.

Alvin, nato in Italia, rimasto fino a 6 anni nel nostro paese, è però cittadino albanese. Questo non ha permesso di riportare immediatamente il piccolo nel nostro Paese. Oggi la situazione si è sbloccata.

 "Un'ottima notizia, buon rientro a casa piccolo Alvin!". Cosi' il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana commenta l'operazione che sta riportando in Italia Alvin Berisha, il bambino albanese residente in provincia di Lecco.

"Nei giorni scorsi avevamo acceso anche il Pirellone per sollecitare la sua liberazione. Complimenti - ha aggiunto Fontana - alla task force, in particolare alle donne e agli uomini della Croce Rossa Italiana, che ha consentito di riportarlo a casa".

"Già nel febbraio 2015, con un'interrogazione ai ministri degli esteri e dell'interno, mi sono occupato da subito del caso del piccolo Alvin Berisha, sequestrato nel 2014 all'eta di 6 anni dalla madre foreign fighters che lo ha strappato alla famiglia e alla comunità di Barzago per portarlo in Siria. Il piccolo Alvin è stato liberato dal campo profughi di Al Hol, dove viveva nell'area orfani dalla morte della madre, e ora si trova a Damasco in attesa di partire alle 17 con un aereo per Roma. Un ringraziamento sentito agli uomini della nostra intelligence, alla Croce Rossa Internazionale e ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine che hanno permesso ad Alvin di tornare dal suo papà!", è il commento del senatore Paolo Arrigoni.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Novembre 2005  Angela Merkel è il nuovo cancelliere della Repubblica Federale Tedesca, prima donna a ricoprire questa carica in Germania

Social

newTwitter newYouTube newFB