Cassago Brianza, 09 giugno 2019   |  

All’Istituto Agostino d’Ippona premiati i vincitori della mostra fotografica “La mia Italia”

di Italo Allegri

In un clima di festa per l’ultimo giorno di scuola, sabato 8 giugno sono stati premiati, presso l’Istituto Scolastico Comprensivo Agostino d’Ippona di Cassago Brianza, i ragazzi vincitori del concorso fotografico “La mia Italia”, promossa dall’Associazione Cassago chiama Chernobyl, votati dai coetanei ucraini.

01 IMG 6031

È una mattinata speciale quella di sabato 8 giugno presso l’Istituto Scolastico Comprensivo Agostino d’Ippona. Innanzitutto, è l’ultimo giorno di scuola e questo solo basta per distinguerlo da ogni altro giorno dell’anno scolastico. Inoltre, la festa si conclude con la premiazione dei vincitori della mostra fotografica “La mia Italia”, allestita in Ucraina nella cittadina di Chernihiv con l’esposizione di 40 stampe dei ragazzi cassaghesi dal 3 al 24 maggio. I loro coetanei le hanno osservate attentamente esprimendo l’indice di gradimento, che ha concorso alla stesura della classifica, secondo la sola valutazione dei ragazzi, determinando quindi i primi 5 classificati. L’iniziativa è stata promossa dell’Associazione Cassago chiama Chernobyl e segue l’analoga che ha visto i ragazzi di Cassago valutare le foto dei coetanei ucraini esposte in Italia lo scorso anno.

L’evento è stato anche l’occasione per gettare uno sguardo retrospettivo ai mesi scorsi, rammentando due iniziative importanti che hanno segnato positivamente l’anno scolastico ormai archiviato. La prima è stata scandita delle immagini della Corsa contra la fame, che ha consentito di raccogliere fondi per aiutare i bambini a cui manca il cibo sofficiente per nutrirsi. L’esito positivo – ha spiegato la Prof. Loredana Simoncini – lascia ben sperare anche per il prossimo anno, e saranno i bambini del Congo ad usufruire di questo aiuto. La seconda iniziativa è stata il concorso di giornalismo indetto dal quotidiano “Il Giorno”, al quale ha partecipato la classe 2b, aggiudicandosi il primo premo con 6 mila voti ricevuti on line. L’argomento trattato è stato quello delle barriere, non solo architettoniche ma anche mentali, abbattendo le quali è possibile favorire la costruzione di ponti che uniscono e favoriscono l’incontro fra le persone.

Ed è proprio di questi giorni la bella notizia che l’elaborato ha ricevuto il riconoscimento anche a livello regionale aggiudicandosi il secondo posto, come attesta la targa consegnata nella circostanza alla classe che ha prodotto il testo con taglio giornalistico.

Intermezzo musicale con il complesso e coro dell’Istituto prima di passare alla cerimonia di premiazione dei vincitori, introdotta dalla Prof.ssa di Artistica Sonia Valota, che ha guidato i ragazzi di Cassago in questa entusiasmane esperienza. In primo luogo, ha ringraziato i Proff. Bianchi e Alzati per i canti e presentato gli illustri ospiti intervenuti alla cerimonia, giunti anche da lontano «per questa piccola grande scuola, che magari non sarà sui giornali tutti i giorni, ma quando c’è conta con qualcosa di buono».

Il Viceconsole dell’Ucraina a Milano Dr. Yevhenii Mitskevych si è detto soddisfatto dell’iniziativa, perché i lavori dei ragazzi di Cassago Brianza sono stati apprezzati dai loro coetanei ucraini e come insegnante ha augurato a tutti una buona vacanza.

Primo discorso ufficiale del sindaco neoeletto di Cassago Roberta Marabese: «Sono molto emozionata. Questo è il mio primo discorso pubblico da Sindaco e quindi sono orgogliosa di rivolgerlo a voi ragazzi. L’associazione Cassago chiama Chernobyl è nata nel 1996, ma nel 1994 la mia famiglia ha ospitato un bambino di Chernobyl: Ivan che adesso ha 34 anni ed è un ingegnere nel suo paese. Poi il progetto è approdato a Cassago e Crippa lo ha portato avanti con grande determinazione e successo. Ringrazio tutte le famiglie che ogni anno si dedicano a questo progetto ospitando i piccoli bambini che hanno bisogno di vacanze terapeutiche, perché vivono in territori contaminati e hanno necessitò di rigenerarsi. I soggiorni sono un aiuto molto importante per loro. Oltretutto l’Associazione ricerca anche fondi per aiutarli economicamente sul piano scolastico e culturale. Il nostro Armando sta portando Cassago sul territorio estero e per noi è un grande onore. Ringrazio quindi Armando Crippa e tutti coloro che collaborano con lui per la buona riuscita delle iniziative attivate, perché il volontariato ragazzi è importante e noi come Amministrazione comunale abbiamo il dovere e la volontà di portare avanti tutte le Associazioni, sia questa che quelle del territorio, perché contribuire alla loro continuità è un contribuire al vostro futuro».

Il sindaco di Cremella Ave Pirovano auspica che il gemellaggio tra Cassago Brianza e l’Ucraina continui in futuro. Speranza espressa anche dal Dirigente Scolastico Domenico Rosa.

Il presidente dell’Associazione Cassago chiama Chernobyl Armando Crippa, ha rivolto un doveroso ringraziamento al Sindaco uscente Rosaura Fumagalli, per le iniziative svolte nel recente passato, come il convegno sulla salute in Ucraina, la visita dell’ambasciatore ucraino a Cassago. Armando ricorda poi che l’Associazione, oltre a organizzare l’accoglienza dei ragazzi che necessitano di vacanze terapeutiche, sostiene gli stessi in ambito scolastico e quelli ospiti in orfanotrofi. Negli ultimi anni poi l’orizzonte della solidarietà ha raggiungo anche l’ambito ospedaliera con la donazione di apparecchiature terapeutiche dismesse dai nostri ospedali, riattivate nei nosocomi ucraini in sostituzione delle obsolete esistenti in quelle strutture. Le ambulanze consegnate hanno raggiunto quota 13.

Armando si è detto «orgoglioso delle attività portate avanti con successo dall’Associazione Cassago chiama Chernobyl, perché concorre all’unione di molte famiglie, soprattutto quelle che ospitano». E invitato il Viceconsole a snellire le pratiche burocratiche sia per le vacanze terapeutiche dei ragazzi, sia in altre attività di carattere solidale. Infine, Crippa ha letto la lettera inviata dal Console italiano in Ucraina Davide La Cecilia, che ha fatto pervenire il suo saluto ai ragazzi dell’Istituto e agli insegnanti, perché l’iniziativa della mostra “La mia Italia”, che lo stesso diplomatico ha inaugurato a Chernihiv, concorre a rinsaldare e consolidare sentimenti di amicizia e scambio culturale tra le due nazioni: Ucraina a Italia. Un grazie speciale è stato rivolto alle Grafiche Salvioni per avere contribuito allo sviluppo della stampa delle foto.

Canto dell’Inno di Mameli, quindi la Prof. Valota ha chiamato i ragazzi che hanno partecipato alla mostra consegnando a ciascuno di loro la fascia tricolore. Ultimo atto l’annuncio dei primi 5 classificati, con la proiezione delle foto premiate. Ecco la classifica stilata sulla base del giudizio espresso dai ragazzi ucraini coetanei di quelli di Cassago Brianza:
01.Roberta Sorrentino. "Incantesimo";
02.Chiara Marrocco. "Una vita da gatto";
03. Angela Perego. "Amici per sempre";
04. Giulia Ventura. "Sempre con me";
05. Simone Invernizzi. "Scuderia Visconti".
Le foto premiate secondo l’ordine sono presenti nella galleria fotografica.

L’annuncio dei vincitori è stato sottolineato dall’apprezzamento di ragazzi e genitori presenti con fragorosi e calorosi appalusi. Poi gli abbracci tra gli alunni e un arrivederci per quelli di prima e seconda media al prossimo anno, mentre per quelli di terza i saluti sono rimandati alla conclusione degli esami.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Giugno 1836 il generale Alessandro La Marmora fonda il corpo dei Bersaglieri

Social

newTwitter newYouTube newFB