22 giugno 2018   |  

All'Aldo moro insegnanti olandesi, polacchi e cechi per il progetto Erasmus+

Per la Fondazione Mons. G. Parmigiani CFP Aldo Moro si è trattata di una nuova occasione per aprirsi verso realtà esterne

IMG 2204

La Fondazione Mons. G. Parmigiani continua i suoi passi all’interno del progetto ERASMUS+ KA2 2017-2019 dal titolo “I’m a STAR” organizzando presso la sede del CFP Aldo Moro un midterm meeting per soli docenti delle scuole italiana, ceca, polacca e olandese impegnate con il programma finalizzato all’innovazione e allo scambio di buone pratiche.

Il progetto approvato dalla comunità Europea lo scorso anno ha avuto inizio a settembre 2017. Durante l’anno scolastico 2017-2018 sono stati effettuati 4 meeting: il primo, con solo gli insegnati ad Ottobre 2017 a Druten in Olanda per definire il programma completo, il secondo e il terzo hanno visto protagonisti gli studenti e si sono svolti a Chotebor in Repubblica Ceca e a Valmadrera, e il quarto, che ha coinvolto i coordinatori del progetto e alcuni insegnanti, si è svolto nuovamente a Valmadrera.

La finalità principale di questo progetto è quella di permettere ad ogni giovane partecipante di scoprire quale potrà essere la sua occupazione futura in base alle proprie capacità e quali abilità deve necessariamente acquisire per raggiungere successo all’interno del mondo del lavoro. Questi temi vengono trattati dagli studenti sia durante il percorso scolastico che durante le settimane all’estero, all’interno di un elaborato personale dal nome “My Portfolio”.
L’incontro, avvenuto dal 18 al 20 giugno, ha permesso di definire le attività e i prodotti del progetto che faranno parte del prossimo anno scolastico, di fare il punto della situazione su quanto svolto fino a questo momento e definire le mobilità di studenti e docenti in previsione, per novembre 2018 e marzo 2019, verso Polonia e Olanda.

Per la Fondazione Mons. G. Parmigiani CFP Aldo Moro si è trattata di una nuova occasione per aprirsi verso realtà esterne che spesso, essendo molto differenti dalla nostra, ci permettono di acquisire un nuovo arricchimento per quanto riguarda le attività di programmazione. Si tratta anche di un ulteriore consolidamento di un rapporto che ormai continua da anni, dato che il primo progetto affrontato con i partner Cechi, Olandesi e Polacchi risale al 2013, nell’ambito del progetto Comenius e, grazie a un continuo lavoro e una reciproca fiducia, si è riusciti a portare avanti questa nuova e ambiziosa sfida.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

24 Settembre 2008 Taro Aso, 68 anni, è il primo cristiano ad essere eletto primo ministro in Giappone.

Social

newTwitter newYouTube newFB