Lecco, 23 giugno 2017   |  

Alla scoperta della Val Biandino e dei suoi sentieri

di Giancarlo Airoldi

Continua il viaggio di Resegoneonline alla scoperta dei sentieri noti e meno noti (ma ugualmente belli) delle nostre montagne.

mappa INTROBIO BOCCA DI BIANDINO

Per addentrarci nella splendida Val Biandino il punto di partenza è Introbio. Dal centro del paese, si stacca sulla destra una strada in salita (cartello segnaletico) che ci porta verso le ultime case dove possiamo lasciare l'auto. Iniziamo il nostro percorso seguendo la carrozzabile fino a giungere al primo ponte sul fiume Troggia. Qui abbandoniamo la strada e seguiamo un sentiero sulla destra, il quale ci permette di evitare parte dello sterrato, che poi riprendiamo più a monte, poco prima di arrivare a una bella fontana detta di San Carlo.

Seguendo sempre la strada si giunge a un secondo ponte, e poco più avanti si scorge sulla nostra sinistra un piccolo agriturismo. Proseguendo, dopo aver superato una baita degli alpini si giunge finalmente alla bocca di Biandino. Da questo punto la valle cambia decisamente aspetto, aprendosi in una bellissima piana.

Sulla nostra sinistra troviamo il rifugio Tavecchia, e dalla parte opposta dopo aver attraversato un ponticello il rifugio Valbiandino (ex Bocca di Biandino) recentemente ristrutturato.

La Val Biandino è punto di partenza per numerose escursioni, prima tra tutte la bellissima chiesetta della Madonna della Neve al cospetto del Pizzo dei Tre Signori raggiungibile in circa trenta minuti.

Contatti Rifugio Tavecchia
Gestore famiglia Buzzoni
Cell. 3405012449
www.rifugiotavecchia.it

Contatti Rifugio Valbiandino
Gestore famiglia Brini
Cell. 3475433383
Fisso 0341 981050
http://valbiandino.jimdo.com/

 

DISCOVERING VAL BIANDINO AND ITS SECRETS

Resegoneonline’s journey continues in order to discover renowned and less well-known (but equally beautiful) paths in our mountains.

To enter the splendid Val Biandino (the Biandino Valley), the point of departure is Introbio. From the center of the village, an uphill road going off to the right leads to the last houses where you can leave your car. You begin your journey by following the road until you reach the bridge on the river Troggia. Leave the road and follow a path on the right.  The path is an alternative to part of the dirt road, which you will rejoin at a higher point, just before the beautiful San Carlo fountain.

The road leads to a second bridge, and a little further on we see a small farmhouse restaurant on the left. After passing a mountain lodge you finally reach the mouth of Biandino. From this point the valley definitely changes appearance, opening into a beautiful plain.

On the left is the Tavecchia Mountain Lodge, and after crossing a small bridge the recently renovated Valbiandino Mountain Lodge is on the right.  

Val Biandino is the starting point for many excursions such as the one to the beautiful church of the Madonna Della Neve al Cospetto del Pizzo dei Tre Signori, an excursion that takes about thirty minutes.

Starting point: Introbio m. 585
Arrival point: Val Biandino m. 1495
Difference in height: m. 910
Difficulty: E
Estimated hiking time:2 hours 30 minutes

 

 

tabella valbiandino

Si ringraziano Paolo Tentori per la collaborazione alla stesura dei testi e il fotografo Federico Cattaneo per la parte grafica. I percorsi sono stati tracciati per l'occasione con il Gps direttamente da Giancarlo Airoldi.

Il racconto fotografico dell'escursione in Val Biandino:

PIZZO DEI TRE SIGNORI con neve

Il Pizzo dei Tre Signori dalla Val Biandino

 

LAGO DI SASSO neve

Il lago di sasso con la neve

 

VAL BIANDINO rifugio tavecchia neve 063

Il rifugio Tavecchia in inverno

 

VAL BIANDINO chiesetta 8

La chiesa della Madonna della Neve con il prato fiorito a crocus

 

VAL BIANDINO 10

Passeggiando in Val Biandino

 

VAL BIANDINO innevata 048

La Val Biandino coperta da un manto di neve

 

RIF. VALBIANDINO

Il rifugio Valbiandino (ex Bocca di Biandino)

 

LEGGI ANCHE: Monte San Martino: al rifugio Piazza per il sentiero 52
LEGGI ANCHE: In vetta al Monte Magnodeno lungo il sentiero 25A
LEGGI ANCHE: Salita al Corno Medale lungo il sentiero 56A
LEGGI ANCHE: Da Laorca alla scoperta del Monte Melma lungo il sentiero Spada
LEGGI ANCHE: Il Monte Cornizzolo e San Pietro al Monte
LEGGI ANCHE: Da Rancio in vetta al San Martino lungo il sentiero Silvia
LEGGI ANCHE: Due passi ai piedi del Grignone, da Baiedo a San Calimero
LEGGI ANCHE: Dai Piani dei Resinelli al Rifugio Rosalba lungo il sentiero delle Foppe
LEGGI ANCHE: Rifugio Griera: quattro passi ai piedi del Legnone
LEGGI ANCHE: Da Lecco alla vetta del Resegone lungo lo storico sentiero 1
LEGGI ANCHE: Il Sentiero del Viandante: da Lierna a Varenna per la variante alta
LEGGI ANCHE: Da Dervio a Colico passeggiando sul Sentiero del Viandante

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Luglio 1866  vittoria italiana nella battaglia di Pieve di Ledro durante la Terza guerra di indipendenza italiana

Social

newTwitter newYouTube newFB