Lecco, 18 giugno 2019   |  
Turismo   |  Lecco

Al via il concorso di idee per il nuovo lungolago di Lecco

di Stefano Scaccabarozzi

Tra un anno sarà scelto il progetto vincitore; intanto si cercano fondi con bandi e coinvolgimento di privati.

DSCN3717

Il Comune di Lecco lancia il concorso “Waterfront: Lecco nuovi riflessi”, un bando aperto alle proposte progettuali per la realizzazione del nuovo lungolago cittadino. Dieci chilometri da ridisegnare attraverso idee che valorizzino il contesto del lago e quello urbano con un’attenzione particolare alla sostenibilità e alla tradizione.

“Il lungolago già com'è è oggi – sottolinea il sindaco Brivio – è un elemento di richiamo. Il concorso ha il senso di ridefinirne una sua nuova funzione. Abbiamo chiamato a raccolta progettisti, pensatori del vivere e dell'urbanistica per far sì che gli elementi tipici di Lecco possano trovare progettazione continuativa nel lungolago”.

lecco lungolago storicoGià individuate alcune caratteristiche: “Il nuovo lungolago – continua il Sindaco – dovrà vivere anche nelle zone meno conosciute, dalle Caviate a Rivabella. Inoltre ci sono punti legati a servizi e ambiti urbanistici che non possono essere cancellati, così come non è una priorità oggi trovare alternative per eliminare il passaggio di camion e traffico. Abbiamo inserito una richiesta molto forte di valorizzare ciclabilità della città, in modo da far avvicinare ancora di più i cittadini al lago”.

Parallelamente il Comune cerca le risorse per finanziare i lavori: “Alcuni milioni sono già inseriti nel piano triennale dei lavori pubblici visto, cercheremo poi di attrarre risorse partecipando a bandi pubblici per confinanziare tratti specifici; e poi il privato, infine con il coinvolgimento di privati che con la regia dell'Amministrazione potrebbero realizzare dei tratti convenzioni o a scomputo di oneri urbanistici”.

Il bando verrà pubblicato venerdì 21 giugno e si svilupperà in due fasi: la prima dovrà essere di stimolo per agganciare idee di fondo vincenti e si concluderà con la selezione di 5 proposte che avranno accesso alla seconda fase. I cinque “finalisti” dovranno sviluppare un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Il Comune ha stanziato € 77.000,00 per i premi e si vincolerà per 5 anni al progettista vincitore. La cittadinanza – annuncia l'amministrazione - sarà coinvolta attraverso dibattiti pubblici, eventi e mostre durante i quali sarà possibile esprimere le proprie idee, le proprie proposte, offrire spunti e manifestare necessità.

Il Comune lanciando questo concorso di idee ha raccolto una proposta di Confcommercio: “Accogliendo l'idea lanciata dai commercianti – aggiunge l'assessore all'urbanistica Gaia Bolognini - il Comune ha deciso di far sedere al tavolo gli ordini professionali per avere le competenze necessarie. Il lungolago sarà diviso in quattro sezioni: dal confine con Abbadia alle Caviate, il tratto fino al ponte Kennedy, tra Kennedy e Manzoni e fino al confine con Vercurago. Tra le richieste una mobilità con accessibilità per tutti, rispetto del contesto storico culturale, dell'identità luoghi e della bellezza dei paesaggi, valorizzazione della ricchezza dei corsi d'acqua e del tema del verde”

Difficile però ipotizzare tempistiche per la realizzazione: “Ci leghiamo al progettista vincitore per 5 anni e il progetto sarà diviso in lotti. Ci sono fondi già a disposizione, ma i tempi dipenderanno dalle risorse che sapremo attrarre con bandi e privati”.

A tenere a battesimo il lancio del concorso di idee per il lungolago cittadino il famoso architetto Andrea Kipar: “Anche Lecco ora coglie la sfida e l’opportunità di ripensare il suo lungolago come luogo dove concentrare l’innovazione, la ricerca della qualità urbana e la ricucitura del rapporto con il suo paesaggio di riferimento anche alla scala vasta. Un paesaggio in cui lago, monti e città si legano in uno scenario tra i più riconoscibili e codificati del territorio italiano e che deve diventare per Lecco un “brand” di appeal internazionale” .

Alla presentazione ufficiale del concorso erano presenti anche Giulia Torregrossa, presidente degli architetti di Lecco, Gianluigi Meroni, presidente degli ingegneri di Lecco e Antonio Peccati presidente di Confcommercio Lecco.

“La presentazione del Concorso Waterfront costituisce per la nostra associazione – sottolinea Peccati - un traguardo e un punto di partenza. Un traguardo perché, a quasi tre anni dal lancio della nostra proposta di un concorso di idee per la progettazione - riqualificazione del lungolago, avanzata alla Giunta del Comune di Lecco, siamo arrivati alla giornata odierna. Un punto di partenza, perché da qui occorre iniziare a impostare, con progetti e tanta concretezza, il futuro turistico del capoluogo. Non ci si può fermare a questo concorso, ma bisogna darsi un crono-programma serio per intervenire e ridisegnare la nostra città”.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Settembre 324 Costantino I sconfigge definitivamente Licinio nella battaglia di Crisopoli, diventando l'unico imperatore dell'Impero romano.

Social

newTwitter newYouTube newFB