Lecco, 27 maggio 2018   |  

Serata missionaria sul laico consacrato Felice Tantardini

di Marco Magni

Conosciuto come il “Fabbro di Dio”, da Introbio partì a 24 anni, nel 1922, per la Birmania e vi dedicherà tutta la vita fino alla morte nel 1991

Felice Tantardini missione 2

“Felice di nome e di fatto”, questa la definizione di Felice Tantardini rinvenuta nella lettera di un missionario, che ha fatto da filo conduttore al momento di preghiera di venerdì 25 maggio al Santuario della Vittoria e della Pace di Lecco.
La figura di questo laico consacrato del Pime è stata al centro della serata organizzata dalla Commissione decanale missionaria. Conosciuto come il “Fabbro di Dio”, da Introbio partì a 24 anni, nel 1922, per la Birmania e vi dedicherà tutta la vita fino alla morte nel 1991, mettendosi al servizio delle missioni e rimanendo sepolto in quella terra.

Felice Tantardini missione
A tracciarne la biografia è stato il prof. Marco Sampietro, ricercatore e autore di diverse pubblicazioni con a tema la storia della Valsassina . Ad affiancarlo il Comitato locale di Introbio impegnato a seguire anche la causa di beatificazione aperta sulla scia di una fama di santità spontanea in terra di missione di fronte alla semplicità e umiltà di fratel Felice, ma anche alla sua profonda devozione,in particolare mariana. “Chiunque aveva un’angoscia, – scriveva di lui padre Cesare Colombo, giunto poi a Lecco ad animare il Laboratorio missionario – con lui accanto gli passavano”.


Proprio perché Fratel Felice, per voto personale, non mancava mai di recitare il rosario più volte al giorno, la Commissione decanale ha voluto invitare tutti a recitare insieme il rosario, accompagnandolo con note sulla sua figura. In fondo al Santuario sono stati esposti una ventina di pannelli realizzati dal Pime proprio per far conoscere, attraverso la biografia del “fabbro di Dio”, la scelta vocazionale missionaria laicale. Una mostra disponibile su richiesta. Ricca di immagini e testimonianze, anche il ricordo proposto dagli amici di Introbio, presenti i missionari del Pime dalla casa di Rancio. Una serata quindi serena e felice, …di nome e di fatto.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Ottobre 2011 Libia: dopo 8 mesi di guerra civile, viene ucciso Mu'ammar Gheddafi.

Social

newTwitter newYouTube newFB