Lecco, 14 febbraio 2020   |  

Al campus premiati i vincitori del concorso Active House 2019

Il concorso si pone l’obiettivo di stimolare e consolidare la sinergia fra imprese e università

IMG 20200213 WA0008

Si è svolta presso il campus di via Previati la cerimonia di premiazione del concorso ActiveHouse 2019, giunto alla XV edizione. L’iniziativa, promossa dal Polo territoriale di Lecco e da VELUX Italia, si rivolge agli studenti del corso di Progettazione e Innovazione Tecnologica della laurea quinquennale in Ingegneria Edile-Architettura.

Il concorso si pone l’obiettivo di stimolare e consolidare la sinergia fra imprese e università e, nel corso delle sue edizioni, ha sempre visto concorrere progetti di alta qualità incentrati sui temi dell’illuminazione, della ventilazione naturale, delle prestazioni di sostenibilità e dell’uso di risorse rinnovabili. Il tema di progetto quest'anno ha riguardato la progettazione di una Shared House da edificare a Milano nel quartiere di Bovisa, nelle immediate vicinanze del campus del Politecnico. Particolare attenzione è stata rivolta ai temi dell’abitare condiviso, la residenza sociale e il cohousing.

Il corso di Progettazione e Innovazione Tecnologica, tenuto dal Prof. Marco Imperadori e il Laboratorio integrato coordinato dal Prof. Pietro Tagliabue, sviluppa un percorso formativo concreto e all’avanguardia. Architettura e ingegneria si incontrano con l’obiettivo di fornire agli studenti le conoscenze e gli strumenti per condurre un percorso accademico prima, e professionale poi, fortemente orientato alla ricerca nel campo dell’innovazione tecnologia, dei materiali innovativi, del risparmio energetico e della sostenibilità.

Ecco i progetti premiati:
PRIMO CLASSIFICATO:
COHOUSING NUMERO ZERO di Tselmuun Baio, Elisa Bestetti, Marco Bossi
Motivazione:
Per l’elegante configurazione del rapporto tra pieni e vuoti, l’ottimo uso strategico della luce naturale, per la definizione accurata del dialogo tra interno ed esterno e per il raggiungimento di notevoli valori di efficienza illuminotecnica e climatica generale.

SECONDO CLASSIFICATO
SHARED BOXES di Federica Andrea Barbagli, Giorgio Curmà, Chiara Re Depaolini
Motivazione:
Per l’originalità dello sviluppo compositivo degli spazi abitati e per il controllo dell’illuminazione naturale.

TERZO CLASSIFICATO:
NEIGHBOURHUB.MILANO di Andrea Angelo Borghi, Gianluca Crippa, Giuseppe Galbiati
Motivazione:
Per l’uso innovativo di materiali e componenti nel disegno degli involucri esterni con importanti strategie di visuale e illuminamento naturale.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Febbraio 1931 viene varata la Amerigo Vespucci, tuttora in servizio, ed utilizzata per l'addestramento degli allievi dell'Accademia Navale di Livorno.

Social

newTwitter newYouTube newFB