Lecco, 07 maggio 2018   |  

Aggressione sul treno, Movimento Nazionale Lecco: servono i fatti

"Da mesi denunciamo una situazione inaccettabile lungo la tratta Milano- Lecco"

logo movimento per la sovranita

La posizione del Movimento Nazionale Sovranista Lecco sulle aggressioni sui treni.

Il Movimento Nazionale per la Sovranità esprime la propria solidarietà al poliziotto di Verbania, in forza alla Questa di Lecco, che ieri pomeriggio, mentre si recava a prendere servizio, è stato preso a calci e pugni da un gruppo di immigrati nigeriani, dopo essere intervenuto per difendere il capotreno di un regionale partito da Milano Porta Garibaldi.

Da mesi denunciamo una situazione inaccettabile lungo la tratta Milano- Lecco, non più’ tardi di tre settimane fa il consigliere provinciale Antonio Pasquini, dopo l’ennesimo episodio di violenza nei pressi della stazione ferroviaria di Lecco, aveva chiesto al questore di intervenire con azioni mirate e concrete per impedire che i pendolari ed i lavoratori del servizio ferroviario siano ostaggio di bande di delinquenti. Un far west inaccettabile dove pendolari e personale ferroviario è costretto a subire le angherie i soprusi ed i pestaggi da parte di delinquenti abituali.

«Rafforzeremo ulteriormente i controlli in prossimità delle stazioni per rispondere alla richiesta di sicurezza dei cittadini» ha prontamente dichiarato il questore di Lecco Filippo Guglielmino.

Siamo in attesa che si passi dalle parole ai fatti e vigileremo affinché ciò avvenga in tempi rapidi.
Movimento Nazionale Lecco

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

20 Ottobre 2011 Libia: dopo 8 mesi di guerra civile, viene ucciso Mu'ammar Gheddafi.

Social

newTwitter newYouTube newFB