Lecco, 12 settembre 2019   |  

Aggressione in Stazione, Salvini: "galera ed espulsione"

L'ex Ministro e leader della Lega: Se nel governo delle poltrone qualcuno pensa di abolire i Decreti Sicurezza, glielo impediremo con tutti i mezzi leciti possibili.

CroppedImage720439-salvini-mercato-di-lecco-3

Matteo Salvini

Nella serata di ieri è giunto anche il commento del leader della Lega e da pochi giorni ex Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, alla vicenda che ha visto un 24enne del Togo colpire senza motivo due donne nel sottopasso della Stazione di Lecco.

"A Lecco - ha scritto Salvini sui Social - un immigrato clandestino del Togo spinge una ragazza giù dalle scale e stende a pugni una signora, senza ALCUN MOTIVO. Arrestato e processato per direttissima, è già stato rimandato ai domiciliari in attesa della prossima udienza. Roba da matti. Altro che domiciliari, GALERA senza sconti ed ESPULSIONE per questi delinquenti.  Se nel governo delle poltrone qualcuno pensa di abolire i Decreti Sicurezza, glielo impediremo con tutti i mezzi leciti possibili".

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

18 Febbraio 1984 viene firmato l'accordo di villa Madama, il nuovo concordato tra Italia e Santa Sede.

Social

newTwitter newYouTube newFB