Lecco, 11 settembre 2019   |  

Aggressione in Stazione, Boscagli: situazione non più tollerabile

"Non è pensabile che esista una zona franca in un capoluogo, e non è tollerabile il persistere di questi episodi".

boscagli filippo

Filippo Boscagli

Filippo Boscagli, consigliere comunale per il centrodestra a Lecco, interviene sulla violenta aggressione avvenuta in Stazione ai danni di due donne.

Quello di ieri è il peggior e più cruento episodio in quella terra di mezzo (o di nessuno) che sembra essere la stazione di Lecco. Risse continue, ragazzi liceali che confermano che passando “si vede di tutto ad ogni ora del giorno e della notte”, oltre che essere al centro del triangolo dello spaccio Via Ferriera - Stazione – Vicolo Cima,…. la nostra stazione pur essendo in pieno centro è troppo spesso protagonista della cronaca più preoccupante, tanto che a maggio era nata la proposta di chiudere completamente l’accesso serale e notturno ritenendola ingestibile.

Ma è possibile, è normale, ma soprattutto è tollerabile che in una città come Lecco si debba aver paura di passare dalla stazione, o che ci passino i nostri ragazzi o qualche ragazza da sola? In un luogo che tra l’altro è uno snodo viario e pedonale fondamentale in pieno centro, di arrivo turistico e partenze lavorative, e necessario per raggiungere le scuole.

Non è pensabile che esista una zona franca in un capoluogo, e non è tollerabile il persistere di questi episodi. Confidiamo che l’Osservatorio della Pubblica Sicurezza della città se ne faccia carico rispondendo con azioni di reale messa in sicurezza dell’intera area e che ogni lecchese possa avere la serenità di camminare dove e quando vuole nelle strade di casa propria

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

11 Novembre 1961 a Kindu, nell'ex Congo belga, sono trucidati 13 aviatori italiani facenti parte del contingente dell'Onu inviato a portare aiuti nel Paese in preda ai disordini

Social

newTwitter newYouTube newFB