Lecco, 02 ottobre 2018   |  

Agenzia per i servizi abitativi: oltre 100 le domande di contributo

Si fonda su un approccio alle problematiche abitative che considera la casa un bene al contempo strutturale e relazionale.

body chiavi di casa

L’Agenzia per i servizi abitativi e l’housing sociale è stata istituita come progetto sperimentale dell’Ambito distrettuale di Lecco tramite bando di coprogettazione a sostegno delle politiche abitative e dei nuovi compiti che la normativa regionale pone in capo ai Comuni.

L’Agenzia per i servizi abitativi si fonda su un approccio alle problematiche abitative che considera la casa un bene al contempo strutturale e relazionale. È un servizio deputato sia a svolgere funzioni di tipo tecnico/amministrativo (applicazione delle normative, incontro domanda/offerta, aumento di soluzioni abitative, ecc..) sia a co-costruire e sviluppare progetti e azioni di sostegno e accompagnamento dei cittadini che, per il tramite dei servizi sociali comunali, potranno fare riferimento all’Agenzia.

La connotazione relazionale dell’Agenzia è altresì rintracciabile nell’interazione con i Comuni dell’Ambito distrettuale di Lecco, ai quali si propone come luogo di analisi condivisa dei problemi e coprogettazione di interventi. Obiettivo strategico su cui si sta investendo è la costruzione di una rete di collaborazione con i servizi sociali di base dei Comuni a supporto della sempre più complessa presa in carico dei cittadini, la ricognizione del bisogno abitativo e la condivisione di buone prassi e strumenti di lavoro, grazie anche alla produzione di strumenti informativi e comunicativi. Al fine di supportare situazioni che possano presentare fragilità specifiche nell’affrontare il proprio bisogno abitativo, si è avviata una sperimentazione attraverso un accompagnamento educativo finalizzato al sostegno nella ricerca di soluzioni abitative e alla ricerca attiva.

L’Agenzia intende inoltre sviluppare una funzione di ampliamento e ricomposizione dell’offerta abitativa, rafforzando le connessioni tra i vari soggetti e le misure/risorse oggi disponibili (locali, regionali e nazionali) per far fronte ai problemi abitativi.

A partire dal mese di gennaio 2018 l’attività dell’Agenzia per i servizi abitativi si è sempre più intensificata e ha riguardato numerosi e sostanziali approfondimenti e contatti con diversi attori territoriali pubblici e privati del territorio: Comuni, servizi sociali, Aler, ANCI e altri soggetti, quali Sindacati inquilini, Associazioni, Politecnico.

L’obiettivo trasversale e significativo del lavoro è la costruzione di una specifica e sempre più puntuale competenza e conoscenza sul tema dell’abitare che possa divenire patrimonio condiviso e risorsa per l’Ambito distrettuale di Lecco e dei diversi soggetti coinvolti nel complesso e diversificato tema dell’abitare.

Al tal fine, una importante azione in essere è la mappatura del territorio: Agenzie immobiliari, dormitori, B&B, campeggi, affittacamere, per poter in questo modo costruire percorsi di collaborazione progettuale e di intervento per accompagnare il bisogno abitativo emergente.

L’Agenzia risponde anche a richieste di supporto e orientamento da parte di realtà pubbliche e private relativamente ad approfondimenti tecnici e contrattuali oltre che di sviluppo di progettualità specifiche. Una fondamentale attività svolta nei primi mesi è stata la gestione delle misure regionali ai sensi della DGR 6465/2017 “INTERVENTI PER FRONTEGGIARE EMERGENZA ABITATIVA E VOLTI AL MANTENIMENTO DELL’ALLOGGIO”. L’analisi condivisa del bisogno con gli amministratori e le assistenti sociali ha portato ad individuare quale area di intervento le seguenti misure:

• Misura 4: sostegno a nuclei familiari in locazione sul libero mercato il cui reddito provenga esclusivamente da pensione – euro 50.000,00 Requisiti: - reddito da pensione - canone incida almeno il 25% sul reddito imponibile - reddito I.S.E.E. non superiore ad euro 15.000,00 - essere titolare di un contratto di locazione il cui canone annuo non sia superiore a €. 8.500,00;
54 le domande presentate da cittadini dei Comuni di Annone Brianza, Bulciago, Calolziocorte, Castello Brianza, Erve, Lecco, Malgrate, Olginate, Torre de Busi, Valgreghentino, Valmadrera, Vercurago.

• Misura 3: erogazione di contributi per familiari colpiti da pignoramento per mancato pagamento delle rate del mutuo – euro 26.000 Requisiti: - misura finalizzata all’avvio di nuova locazione - alloggio all’asta - reddito I.S.E.E. non superiore a €. 26.000,00 - contributo erogato: €. 4.000
7 le domande presentate dai Comuni di Costamasnaga, Dolzago, Lecco e Vercurago.

• Misura 2 morosità incolpevole ridotta: contributi per il mantenimento dell’abitazione in locazione sul libero mercato – €. 70.000,00
Le domande presentate sono state 42 che hanno beneficiato di un contributo di €. 1.500,00 o  €. 2.500,00 per i cittadini dei Comuni di Annone B.za, Bosisio Parini, Bulciago, Calolziocorte, Carenno, Cesana Brianza, Galbiate, Garlate, Lecco, Malgrate, Oggiono, Olginate, Oliveto Lario, Pescate, Rogeno, Sirone, Vercurago

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Dicembre 1964 dal poligono di Wallops Island, (in Virginia, Stati Uniti), viene lanciato il primo satellite italiano, il San Marco I

Social

newTwitter newYouTube newFB