Lecco, 05 ottobre 2017   |  

Aerosol: Istituzioni da Bartoli per avere risposte sulla proprietà

di Stefano Scaccabarozzi - Mario Stojanovic

In queste ore dovrebbe arrivare la prima tranche di pagamenti arretrati ai lavoratori.

WhatsApp Image 2017 10 05 at 10.58.20

Il presidio dei lavoratori Aerosol di questa mattina davanti alla Provincia

Un primo acconto dei tre mesi di stipendi arretrati (a cui si aggiunge la quattordicesima) sarà versato in questi ore ai lavoratori dell'Aerosol di Valmadrera. Lo ha comunicato quest'oggi il presidente del Cda Tiziano Saggiomo ai sindacalisti Massimo Ferni, Filca Cisl Monza Brianza Lecco; Nicola Cesana, Filctem Cgil; Celeste Sacchi, Uiltec Lecco e alle Rsu presenti al tavolo di crisi convocato dalla Provincia di Lecco.

Nel corso dell'incontro odierno è giunta una nuova conferma circa lo sblocco dei conti corrente, quindi con la possibilità di iniziare a pagare i salari arretrati. Una novità che già nella giornata di venerdì scorso aveva portato alla decisione delle maestranze di bloccare lo sciopero e tornare in fabbrica.

esterno cancello aerosol«Un primo acconto – spiegano i sindacati – sta per essere liquidato mentre un'altra tranche sarà versata settimana prossima. I tempi sono leggermente più lunghi per questioni tecniche, ma la direzione aziendale ha nuovamente ribadito l'intenzione di saldare tutti gli arretrati man mano che l'azienda incasserà».

Lo sblocco dei conti corrente dunque permetterà di tamponare la situazione, ma senza un importante investimento sul medio-lungo periodo sembra non essere possibile rilanciare stabilmente Aerosol: «abbiamo posto questo quesito al dottor Saggiomo – continuano le parti sociali – che ci ha confermato la necessità di avere nuova liquidità per garantire prospettive future. Un aumento di capitale era stato promesso dal dottor Giovanni Bartoli una volta giunto lo sblocco dei conti, ricapitalizzazione di cui ora però non se ne sa più nulla».

Ed è proprio la figura di Giovanni Bartoli a essere centrale per il futuro dell'Aerosol. La società di Valmadrera, attiva nel settore della farmaceutica e della cosmesi, con 93 occupati, è infatti stata venduta un anno fa dalla famiglia Fiocchi alla società Seconda Investimenti (amministrata dallo stesso Bartoli), a sua volta controllata dalla Karmainvest, con sede in Lussemburgo, azionariato non noto e amministratore unico proprio Giovanni Bartoli.

ferni cesana sacchi aerosol

I sindacalisti Ferni (Cisl), Cesana (Cgil) e Sacchi (Uil)

I rappresentanti delle istituzioni, Provincia di Lecco e Comune di Valmadrera, hanno accettato la richiesta dei sindacati e dei lavoratori di prendere contatti, a nome del territorio, con il dottor Bartoli per chiedere informazioni circa la reale proprietà di Aerosol e le intenzioni in merito all'aumento di capitale o di vendita di quote. Vi sarebbero infatti contatti già avviati con possibili nuovi investitori, impegnati in queste settimane a portare avanti le diligence per la valutazione dello stato di salute dell'impresa.

Con tutta probabilità dunque sarà fissato nei prossimi giorni un incontro tra istituzioni e Bartoli per cercare di capire chi sia e quale intenzioni abbia la proprietà di Aerosol.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Ottobre 1866 – Annessione attraverso plebiscito del Veneto, a seguito della sua cessione dalla Francia all'Italia avvenuta il 19 ottobre 1866

Social

newTwitter newYouTube newFB