Lecco, 14 maggio 2019   |  

A Palazzo delle Paure nasce il "Polo della Montagna”

A seguire per Monti Sorgenti Alessandro Giorgetta la presentazione del libro “Gasherbrum IV. La montagna lucente”,

header ms2019monti

Dopo il grande successo del film "Mountain" ieri sera allo spazio Teatro Invito, Monti Sorgenti regala un altro appuntamento da non perdere agli appassionati di montagna: giovedì 16 maggio alle ore 18 sarà inaugurato un nuovo percorso espositivo curato dal CAI Lecco nelle sale accanto all’Osservatorio Alpinistico Lecchese, dando vita al nuovo “Polo della Montagna” presso Palazzo delle Paure.

L’esposizione raccoglie manufatti e documenti storici legati alla montagna lecchese messi a disposizione dal CAI Lecco, frutto di donazioni ed esperienze dei soci nel corso della storia: ad esempio la piccozza utilizzata da Walter Bonatti sul K2, l’imbrago di Mariolino Conti durante la spedizione al Cerro Torre 1974, il moschettone della spedizione Bonatti-Mauri al Cerro Torre del 1959, la corda di Lorenzo Mazzoleni sul K2.

“Monti Sorgenti è l’occasione per inaugurare un importante progetto culturale della città – afferma Simona Piazza, Assessore Promozione della cultura e delle politiche giovanili del Comune di Lecco –. E’ il nuovo Polo della Montagna, che comprende, oltre al già noto Osservatorio Alpinistico, un nuovo percorso espositivo al terzo piano di Palazzo delle Paure, curato dal CAI Lecco. La sala va a completare il sistema museale lecchese e l’offerta culturale della città sull’alpinismo, non solo a favore di un rilancio turistico ma anche per far conoscere alla città una parte importante della sua storia. A nome dell’amministrazione comunale ringrazio il CAI e Monti Sorgenti per la collaborazione in essere da molti anni, che offre continue occasioni per coniugare la cultura con la tradizione alpinistica lecchese”.

Sempre giovedì 16 maggio, dopo l’inaugurazione del percorso espositivo, Monti Sorgenti ospiterà a Palazzo delle Paure Alessandro Giorgetta con la presentazione del libro “Gasherbrum IV. La montagna lucente”, che raccoglie e svela in esclusiva una collezione di fotografie di Fosco Maraini, storiografo e documentarista della spedizione al Gasherbrum IV del 1958. Il Club alpino italiano ha pubblicato questo memorabile e inedito volume fotografico pochi mesi fa, nel 60° anniversario dell’impresa alpinistica guidata da Riccardo Cassin, che vide salire in vetta per la prima volta Walter Bonatti e Carlo Mauri.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

21 Agosto 1991 la Lettonia dichiara l'indipendenza dall'Unione Sovietica

Social

newTwitter newYouTube newFB