Merate, 30 ottobre 2020   |  
Cronaca   |  Salute

A Merate test rapidi per diagnosticare il virus di Wuhan

Il servizio reso possibile dalla collaborazione tra l'Agenzia di tutela della salute Brianza, l'Azienda socio sanitaria di Lecco e il Comune di Merate.

TESTtest 5434382 640

Elementi per diagnosi virus di Wuhan (Foto di Elchinator da Pixabay)

Ha preso il via a Merate la sperimentazione relativa all’impiego di test rapidi (rapid diagnostic test Ag-RDTs - tampone nasofaringeo) per la diagnostica covid.

L’introduzione dei test rapidi per la ricerca dell’antigene SARS-CoV-2 su tampone nasofaringeo costituisce un ulteriore strumento per il contenimento della diffusione del virus e l’utilizzo di questi test risulta particolarmente indicato in ambiti specifici, come le collettività chiuse, allo scopo di identificare rapidamente nuovi casi positivi. Per questo ATS Brianza ha stabilito di orientare la sperimentazione sul setting scolastico.

Nello specifico, la sperimentazione è rivolta a studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado con manifestazione di sintomi a scuola (scuole pubbliche statali e private paritarie, IFP della provincia di Lecco) e al personale docente/non docente afferente alle scuole di ogni ordine e grado e ai servizi educativi dell’infanzia con manifestazione di sintomi a scuola o in ambito domiciliare (servizi educativi per l’infanzia/scuole/IFP della provincia di Lecco)

Per gli alunni/studenti afferenti ai servizi educativi dell’infanzia e alle scuole primarie di primo grado rimane in funzione l’attuale rete erogativa tamponi molecolari messa a disposizione dalle ASST del territorio, come da indicazioni disponibili su sito di ATS Brianza al link https://www.ats-brianza.it/en/azienda/news-online/2267-avvio-attivita-scolastiche-e-servizi-educativi-dell-infanzia-gestione-di-casi-e-focolai-di-covid-19.html

ATS Brianza, in stretta collaborazione con l’amministrazione del Comune di Merate, e l’ASST di Lecco ha individuato quale punto di erogazione dei test rapidi il CAG di Merate situato all’interno del Parco del Comune di Merate (ex scuderie di Villa Confalonieri), vicolo strecciolo 1 con ingresso anche da via Garibaldi.

Il “punto tamponi rapidi” sarà disponibile dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 a partire da giovedì 29 Ottobre.

L’accesso al “punto tamponi rapidi” avverrà da parte della popolazione studentesca e del personale scolastico sopra richiamato secondo le modalità organizzative in essere in coerenza con la circolare regionale Protocollo G1.2020.0031152 del 14/09/2020 ovvero mediante presentazione con modulo di autocertificazione e senza prenotazione.

I Dirigenti scolastici delle scuole/servizi educativi coinvolti, in caso di manifestazione sintomatica a carico della popolazione studentesca/personale scolastico a cui la sperimentazione è rivolta, indicheranno il “punto tamponi rapidi” quale luogo per l’eventuale effettuazione dei test rapidi in concomitanza con la manifestazione dei sintomi.

L'ingresso al punto tamponi rapido sarà gestito dalla Protezione Civile, a garanzia di un flusso ordinato.

L’utente, successivamente alla fase di effettuazione del test, verrà invitato a prendere posto in attesa di ricevere comunicazione e attestazione di esito test (la lettura del test richiede un tempo di attesa di almeno 15 minuti).

In caso di positività al test rapido, l’utente verrà sottoposto all’esecuzione di ulteriore tampone nasofaringeo per la conferma diagnostica mediante ricerca di RNA virale (il cui esito sarà disponibile dal giorno successivo sul Fascicolo Sanitario Elettronico o presso il proprio Pediatra/Medico curante).

In caso di positività al test rapido, il soggetto interessato è tenuto al rispetto dell’isolamento domiciliare e i conviventi stretti sono tenuti al rispetto della quarantena sino ad esito del tampone per la ricerca di RNA virale.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

16 Gennaio 1916 il conte Mario di Carpegna, guardia nobile del Papa, fonda l'Associazione scautistica cattolica italiana - Esploratori d'Italia (Asci), che successivamente, fondendosi con l'Associazione guide d'Italia, si trasformerà in Associazione guide e scouts cattolici italiani (Agesci)

Social

newTwitter newYouTube newFB