Lecco, 06 settembre 2017   |  

A La Spezia due giorni di raduno degli arbitri lecchesi

Erano presenti tutti gli arbitri impiegati nelle categorie provinciali, dalla categoria Giovanissimi alla Seconda.

AIA Lecco

Il consueto raduno pre-campionato della Sezione Associazione Italiana Arbitri di Lecco al quale hanno partecipato arbitri ed osservatori arbitrali si è tenuto quest’anno a La Spezia presso il Centro Logistico di Supporto Areale dell’Aeronautica Militare.

Gli arbitri lecchesi hanno affrontato due giorni di intenso lavoro sia sotto il profilo tecnico, che atletico. All’incontro, che anticipa l’inizio della nuova stagione sportiva, erano presenti tutti gli arbitri impiegati nelle categorie provinciali, dalla categoria Giovanissimi alla Seconda.

Il raduno è stato guidato dal Presidente Stefano Giampaolo, dai membri della Commissione Tecnica e del Consiglio Direttivo. All’arrivo presso il Centro sono state impartite agli arbitri le disposizioni ufficiali per la stagione sportiva e successivamente sono stati somministrati i quiz regolamentari.

Nel pomeriggio, invece, dopo un’approfondita spiegazione della Circolare nr. 1, il documento ufficiale del Settore Tecnico che raccoglie tutte le variazioni al Regolamento del Gioco del Calcio, gli arbitri hanno sostenuto le prove atletiche che hanno superato con ottimi risultati. Il giorno seguente i designatori hanno incontrato gli arbitri appartenenti alla loro categoria, spiegando le modalità di impiego nella stagione sportiva, nonché i criteri di valutazione. “Abbiamo scelto questo bellissimo Centro in modo che i nostri arbitri si potessero concentrare al meglio sul raduno e così è stato: i risultati a livello atletico e tecnico sono stati ottimi e siamo molto soddisfatti di questo.

Siamo certi sarà un’ottima stagione per diversi di loro e auspichiamo alcuni possano già transitare a livello regionale a metà stagione.”, così ha commentato il Presidente Giampaolo al ritorno a Lecco che ha poi rimandato tutti al prossimo appuntamento il giorno 18 settembre per l’incontro con le società del territorio.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Settembre 1943 Salvo d'Acquisto si offre in cambio della vita di 22 civili rastrellati dai tedeschi per rappresaglia contro un attentato compiuto il giorno prima, viene fucilato a Roma, in località Torrimpietra. Riceverà la Medaglia d'Oro al Valor Militare.

Social

newTwitter newYouTube newFB