Cremeno, 17 agosto 2017   |  

A Cremeno la solenne processione di San Rocco

Le celebrazioni della devozione al Santo si sono aperte con la Solenne Messa delle 10 concelebrata Da Don Gianni Dell’Oro

DSC 0260

Anche quest’anno, nonostante le incertezze del tempo, la devozione a San Rocco ha potuto beneficiare di un pomeriggio di bel tempo che ha permesso lo svolgimento della Solenne Processione con la partecipazione numerosa della Comunità.

Le celebrazioni della devozione al Santo si sono aperte con la Solenne Messa delle 10 concelebrata Da Don Gianni Dell’Oro parroco emerito di Cremeno dal 1998 fino al 2010, dal Decano e parroco della Comunità Don Lucio Galbiati insieme a Don Alfredo Comi, Don Antonio Fazzini dalla parrocchia di Pasturo, il Diacono Fabrizio Valsecchi. Durante l’omelia Don Gianni ha ringraziato il Signore per i suoi 40 anni di sacerdozio e di poterli in questa occasione festeggiare con la Comunità di Cremeno e Cassina alla presenza dei rispettivi sindaci Pierluigi Invernizzi e Roberto Combi. Celebrazione accompagnata dalla Schola Cantorum della Parrocchia diretta da Daniele Invernizzi e dall’organista Marco Dell’Oro che ha intonato l’Inno di San Rocco.

Alle ore 14.45 la celebrazione è iniziata con i Vesperi in preparazione alla Processione. La Processione lungo le vie del paese è stata presieduta da S.E. Mons. Pierantonio Tremolada, vescovo ausiliare di Milano nominato nuovo vescovo di Brescia. Hanno celebrato con lui la processione don Gianni, don Lucio Galbiati, don Alfredo Comi e il diacono Fabrizio Valsecchi.

Il Servizio liturgico è stato affidato ai ministranti della parrocchia seguiti da Samuele Brambilla, responsabile della liturgia della Parrocchiale. Hanno aiutato per la liturgia Giorgio, collaboratore di don Gianni per la pastorale giovanile nella Parrocchia di Rogeno e Alfredo, responsabile della liturgia di San Giovanni a Lecco.

Al termine delle celebrazioni il Parroco Don Lucio ha ringraziato le autorità civili intervenute nelle persone del Sindaco di Cremeno Pier Luigi Invernizzi e di Cassina Roberto Combi.

Ha ringraziato inoltre la Comunità che ogni anno si raccoglie attorno a San Rocco dimostrandone la fede, devozione e riconoscenza per le intercessioni a lui invocate; le donne che hanno addobbato le chiese e le vie del paese; la Schola Cantorum della Parrocchia San Giorgio che ha accompagnato le celebrazioni cantando l’inno di San Rocco, la Banda del Corpo musicale S.Cecilia di Barzio che ha accompagnato la Solenne Processione, i devoti che ogni anno si prodigano nell’allestimento della Statua del Santo, dei Paramenti Sacri e dello svolgimento della processione, l’impegno e lo sforzo delle Consorelle e dei Confratelli che hanno portato le croci gli stendardi e la statua del Santo per le vie del paese con il buon esito della processione.

Al fine di mantenere viva la devozione al Santo, non solo nella ricorrenza del 16 di agosto ma durante tutto l’anno, Don Lucio ha ricordato che la messa vespertina di ogni 16 del mese sarà il momento per quanti sono amici e devoti a San Rocco per rinnovare e mantenere viva la devozione al Santo.
La festa è poi continuata presso l’Oratorio San Giovanni Bosco con il rinfresco e l’estrazione dei premi della lotteria.

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

25 Novembre 1992 l'Assemblea Federale della Cecoslovacchia vota per dividere la nazione in Repubblica Ceca e Slovacchia a partire dal 1 Gennaio 1993

Social

newTwitter newYouTube newFB