Ballabio, 11 luglio 2017   |  

A Ballabio una palestra d'arrampicata e una struttura fissa per turisti e residenti

L'amministrazione: "si tratta di due progetti che incentivano l'offerta turistica, ma anche la qualità della vita"

ballabio parco grignetta

uovo successo di Ballabio in un bando: dopo la vittoria, grazie al coinvolgimento delle associazioni della montagna nei tavoli di lavoro dell'amministrazione comunale che ha valso il finanziamento al progetto degli anelli dei sentieri, ora è la volta di una iniziativa sinergica con le due Comunità Montane e alcuni Comuni. Oggi a Lecco, al palazzo della Regione, la riunione alla presenza del sottosegretario Parolo a cui hanno preso parte il vicesindaco Giovanni Bruno Bussola e l'assessore Anna Consonni, che hanno fornito le ultime delucidazioni sul pregio, le finalità e la portata dei progetti ballabiesi.

Nello specifico di Ballabio si tratta di due progetti che incentivano l'offerta turistica, ma anche la qualità della vita: la costruzione di una parete d'arrampicata, caldeggiata da esponenti delle locali associazioni della montagna, e di una struttura stabile, in grado di accogliere i turisti anche nel periodo invernale, e consentire loro di partecipare a iniziative di vario genere, ricreative, culturali e anche gastronomiche, assieme ai residenti. Nelle intenzioni del sindaco, questo edificio, finalizzato al turismo, potrebbe diventare anche un luogo di ritrovo serale per i giovani di Ballabio.

La palestra d'arrampicata troverà la sua collocazione nel centro sportivo del Parco Due Mani, in area Ventaglio. La struttura fissa, prenderà il posto (senza incidere sugli spazi verdi) dell'attuale tensostruttura del Parco Grignetta, che non è godibile nel periodo invernale, offrendo così la possibilità di accogliere turisti e residenti in tutte le stagioni, per le più diverse attività.

«La decisione di realizzare queste strutture - commenta il sindaco Alessandra Consonni - nasce dalla volontà di rispondere ad alcune istanze e richieste ritenute valide e positive per il turismo e la vita sociale del nostro paese. In particolare, la struttura fissa nel parco Grignetta consentirà, anche, di disporre di quello che a Ballabio è sempre mancato: una "casa" per il turismo, aperta alle associazioni e ai giovani, da utilizzare anche d'inverno. Ringrazio il vicesindaco Bussola e l'assessore Anna Consonni, che hanno seguito gli sviluppi delle nostre richieste, e l'Ufficio tecnico del Comune».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

27 Luglio 2004 per commemorare i 50 anni della conquista italiana del K2, nel Karakorum, un'altra spedizione italiana arriva sulla cima del K2, ad 8.611 metri, dopo 9 ore di salita. I quattro italiani sono Mario Dibona, Renato Sottsass, Marco Da Pozzo e Renzo Benedetti

Social

newTwitter newYouTube newFB