Lecco, 27 novembre 2015   |  

Internazionalizzazione: facendo sistema vantaggi per tutti

croppedimage170128 sotto la lente1

Ha creato un'involontaria incomprensione – definiamola così – tra organizzazioni imprenditoriali presenti nel nostro territorio, l'annunciata giornata dedicata all'internazionalizzazione che CdO (Compagnia delle opere) di Como-Lecco-Sondrio ha promosso per il 27 Gennaio 2016 al Palataurus di Lecco (Viale Giacomo Brodolini, 35, Maggianico).

In pratica, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'evento, accanto a CdO ci sarebbero state Confartigianato e Api (Associazione piccole e medie imprese), ma non Cna (Confederazione nazionale artigianato); fatto, questo, che avrebbe amareggiato i vertici di quest'ultima associazione sentitisi «inspiegabilmente esclusi».

«Non c'è alcuna volontà di emarginare alcuno», spiega il presidente di Cdo, Marco Giorgioni. «Nel promuovere l'iniziativa abbiamo pensato di unirci ad Api e a Confartigianato perché queste due organizzazioni hanno un Ufficio internazionalizzazione in Lecco, mentre Cna, decisamente più strutturata in Como, non ha un servizio analogo nel nostro capoluogo. Non è certo stata, la nostra, una scelta “politica” o ideologia, ma una semplice ragione di opportunità organizzativa».

Di Lariodesk, l'azienda speciale della Camera di commercio di cui Giorgioni è presidente, fanno parte tutte le associazioni di categoria attive nel territorio e «sarebbe quanto meno illogico rompere l'armonia con cui cooperiamo da sempre», precisa lo stesso Giorgioni. Dal canto suo Alberto Bergna, direttore di Cna Como-Lecco, non accende polemiche e si limita a segnalare «il rammarico per avere perso un'ulteriore occasione di collaborazione».

A dicembre a Lariofiere, per una giornata di studio con al centro l'export, si rivedranno tutte le forze produttive, i corpi intermedi e le varie associazioni di categoria. Sarà quella una circostanza favorevole per dimostrare che «l'importante è lavorare per sostenere le imprese aldilà di personalismi, appartenenze, sigle e apparati», chiosa Bergna.

Fare sistema, come ci si sente ripetere da tempo in ogni convegno, è complicato, ma indispensabile, soprattutto se si vuole vendere i propri prodotti all'estero. Risulta pertanto fondamentale che chi invita i propri associati “a fare sistema” dia per primo il buon esempio dimostrando di essere in grado di “fare sistema” con gli omologhi, concepiti più come tali che come competitori. (a.com.)

 

 

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

23 Giugno 1894 il Comitato olimpico internazionale viene costituito alla Sorbona (Parigi) su iniziativa del barone Pierre de Coubertin

Social

newTwitter newYouTube newFB