Lecco, 10 aprile 2018   |  

Mezzo secolo per la Belledense fra sport e amicizia

La società sportiva di Belledo si prepara ai grandi festeggiamenti i suoi primi 50 anni in programma per questo weekend

Belledense 50 anni

È cominciata a ottobre e finirà il prossimo weekend con i festeggiamenti ufficiali la celebrazione del primo mezzo secolo del Gruppo Sportivo Belledense. Sabato 14 aprile, alle 21, ci sarà all’oratorio di Belledo il Gran Galà GrigioBlu, che aprirà una lunga due giorni ricca di ricordi, emozioni, amicizia e voglia di stare insieme all'insegna dello sport. Sono, infatti, questi i valori che da 50 anni animano lo storico gruppo sportivo di Belledo, come sottolinea il presidente Nikos Corti alla vigilia di questo importante appuntamento. «Il prossimo weekend si concluderanno i festeggiamenti per il nostro 50esimo anniversario con due appuntamenti per noi molto importanti: il galà di sabato, a cui prenderanno parte atleti e dirigenti che hanno costruito la storia della Belledense fino ad oggi, e una domenica di festa con il pranzo in oratorio, il torneo vecchie glorie e infine il taglio della torta».

Nato nel 1967 dalla volontà di un gruppo di giovani che frequentava l’oratorio maschile e collaborava con la parrocchia di Belledo, lo storico gruppo sportivo partì con due squadre di calcio, unico sport che le strutture a1967ott juniores 1a partita a belledo disposizione permettevano di praticare, e che nel 1967-68, esattamente 50 anni fa, disputarono il loro primo campionato. L’anno successivo al calcio si affiancò la pallavolo, sport ancora oggi importantissimo per la Belledense, e infine la pallacanestro. Solo 4 anni più tardi, nel 1971, vennero decisi i colori sociali. Tutto è nato dall’idea di regalare dei gagliardetti ai partecipanti del torneo serale estivo di calcio organizzato dal Gruppo Sportivo per finanziare la propria attività; la squadra di pallacanestro influì sulla decisione essendo in possesso di un’unica serie di maglie di un indefinito colore grigio-rosa, a differenza delle numerose squadre di calcio “ricche” di casacche di colore azzurro-blu. La scelta ricadde quindi sul grigio e sul blu. Qualche tempo dopo venne ideato il “mitico” rombo che contiene le iniziali gBs, simbolo che tuttora rappresenta la Belledense.Seguirono altre tappe significative, che hanno legato sempre di più la storia del gruppo sportivo a quella del rione di Belledo, costellata da una lunghissima serie di vittorie e riconoscimenti. Fra questi anche il prestigioso “Discobolo d’oro al merito”, massimo riconoscimento assegnato dalla Presidenza Nazionale del Centro Sportivo Italiano che la belledense ottenne in occasione del 40esimo anniversario.

Riconoscimenti a parte, il vero valore aggiunto del Gruppo Sportivo continuano ad essere le persone che lo animano: «In questa stagione contiamo oltre 300 tesserati tra atleti e dirigenti - continua il presidente Nikos Corti -, suddivisi su 9 squadre di pallavolo e 5 di calcio. Per il primo anno oltre ai campionati Csi a cui tradizionalmente partecipiamo si è aggiunta anche una prestigiosa presenza nel campionato di Terza Divisione della Fipav (Federazione Italiana Pallavolo), che ci sta regalando soddisfazioni e nuovi stimoli». Tanti sono dunque i traguardi raggiunti in questi primi 50 anni di attività della Belledense, che guarda al futuro partendo proprio da nuove sfide. «Un obiettivo che vorremmo raggiungere presto è quello del rifacimento del nostro campo di calcio. Ci sarebbe piaciuto festeggiare questo importante anniversario su un bel campo in erba sintetica, ma purtroppo non siamo riusciti a coronare questo sogno. Lavoreremo perchè ciò avvenga nei prossimi mesi, permettendo al nostro settore calcio di crescere e diventare sempre più competitivo».

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Dicembre 1964 dal poligono di Wallops Island, (in Virginia, Stati Uniti), viene lanciato il primo satellite italiano, il San Marco I

Social

newTwitter newYouTube newFB